Confronti Pick-Up

Confronti Pick-Up: Ford Ranger vs Mitsubishi L200

A confronto il Ford Ranger, il pick-up più venduto sul mercato italiano, con il Mitsubishi L200.

I due modelli sono abbastanza sovrapponibili, anche se sussistono differenze che portano il pick-up statunitense ad avere qualche marcia in più.
Ford Ranger

Ad esempio, il Ford Ranger è disponibile con le motorizzazioni a gasolio 2.2 TDCi da 160 CV di potenza e 3.2 TDCi da 200 CV di potenza, più prestanti dell’unità diesel 2.4 DI-D del pick-up Mitsubishi L200 che è proposto nelle versioni standard da 154 CV di potenza e Mivec High Power da 181 CV di potenza.

A livello di carrozzeria, la gamma del pick-up Ford Ranger prevede tre varianti: Cabina Singola, con la carrozzeria a due porte e l’abitacolo a due posti; Super Cab a cabina estesa, con la carrozzeria a due porte e l’abitacolo a quattro posti; Doppia Cabina, con la carrozzeria a quattro porte e l’abitacolo a cinque posti.
Mitsubishi L200
Il pick-up Mitsubishi L200, invece, è disponibile solo in due declinazioni: Club Cab a cabina singola estesa, con la carrozzeria a due porte e l’abitacolo a quattro posti; Double Cab a doppia cabina, con la carrozzeria a quattro porte e l’abitacolo a cinque posti.

Per quanto riguarda le configurazioni, entrambi sono disponibili in quattro livelli di allestimento: XL, XLT, Limited e Wildtrak per il pick-up Ford Ranger; Inform, Invite, Intense e Spartan per il pick-up Mitsubishi L200.

Il pick-up Ford Ranger vince la sfida con il diretto concorrente nelle dimensioni, in quanto è lungo 527 cm, mentre il passo misura 322 cm e la portata di carico ammonta a 1.310 kg. Il pick-up Mitsubishi L200, invece, misura 519 cm in lunghezza e 300 cm nel passo, mentre la portata di carico è pari a 935 kg.

Tuttavia, il Mitsubishi L200 è leggermente meno caro, dato che è in vendita da 22.900 euro. Il Ford Ranger, invece, è proposto al prezzo base di 23.750 euro. Essendo entrambi veicoli commerciali, i prezzi di listino sono intesi franco concessionario, ovvero con Iva e Messa Su Strada escluse.

Comments are closed.